Festa finale per Cantieri Sportivi – un torneo di calcetto per festeggiare insieme

11 giugno 2014 Commenta

Mentre la Fondazione per lo Sport del Comune di Reggio Emilia si appresta, entro pochi giorni, a rendere pubblico il bando 2014-2015 di “Sport e Comunità”, i ragazzi di alcuni Cantieri sportivi hanno voluto concludere con una festa, all’insegna dello sport e dell’amicizia, la loro esperienza terminata nella prima settimana di giugno.

Il parco di via Fenulli è sembrato perfetto per organizzare un torneo di calcetto fra quanti lo hanno sperimentato entro le diverse proposte sportive dei Cantieri, a cui hanno partecipato complessivamente circa 260 ragazzi e ragazze dai 14 ai 18 anni, distribuiti in sette sedi del territorio comunale. Così si sono presentati in una quarantina, provenienti anche dai Cantieri di Zona Stazione e Foscato, oltre che del Fenulli.

Una bella giornata di primavera, un grande parco, musica, qualche passo di danza e tanti sorrisi hanno fatto il resto per dare a questo ritrovo conclusivo un sapore di festa. Gli educatori coinvolti nel progetto, insieme alla società sportiva Ondechiare Asd, hanno sostenuto i ragazzi nella realizzazione del pomeriggio; un incontro all’insegna dello scambio, della conoscenza reciproca  e della correttezza. Un momento di divertimento ed entusiasmo contagioso  e, al fischio finale, strette di mano e una merenda a base di gelato per i primi classificati – i ragazzi del Cantiere Fenulli – ma anche per i secondi e i terzi in graduatoria.

In loco è stata inoltre allestita una piccola mostra fotografica per lasciare traccia dei percorsi dei Cantieri Sportivi attivati all’interno della città: Foscato, Oratorio cittadino, Pigal, Mirandola, Zona stazione, Fenulli, Parco Cervi, Incrocio dei venti. In queste zone i ragazzi hanno potuto sperimentare, oltre a calcio, nuoto, basket e rugby, anche sport meno convenzionali come parkour, ultimate frisbee, chambara e tiro con l’arco, fra gli altri.

Cantieri sportivi, insieme a Campus e alle Isole di sport (pre-Cantieri estivi) sono state le proposte attraverso cui si è articolata la prima esperienza di “Sport e Comunità” 2013-14. Una proposta della Fondazione per lo Sport – concepita con l’ausilio di Officina Educativa, del Servizio politiche La città solidale e dei Servizi sociali territoriali del Comune di Reggio Emilia – con l’obiettivo di valorizzare lo sport, inteso come strumento di educazione, formazione personale e sociale. Un progetto rivolto a bambini, adolescenti e giovani che non pratichino abitualmente l’attività motoria o che si siano trovati esclusi dai canali tradizionali dello sport.

La prima edizione di “Sport e Comunità” ha visto complessivamente la partecipazione di circa 580 bambini e bambine, ragazzi e ragazze. Una risposta considerevole che ha richiesto l’impegno di oltre 30 allenatori, 30 educatori e volontari di 6 agenzie del privato sociale e di 11 società sportive.

Ora il bando in uscita permetterà alle associazioni sportive, agli enti di promozione sportiva, alle associazioni e alle cooperative sociali aderenti alla Fondazione di presentare nuovi progetti per la stagione 2014-2015 e di concorrere ai finanziamenti che la Fondazione per lo Sport metterà a disposizione, qualora le proposte contribuiscano a sensibilizzare i ragazzi e i giovani verso una cultura del ‘benessere’, valorizzino i contesti cittadini, aiutino ad accrescere l’autostima dei ragazzi, non solo verso se stessi, ma anche in relazione alle loro famiglie e alla comunità di appartenenza.