Competizioni su più fronti: le iniziative dei Giochi del Tricolore

2 giugno 2009 Commenta

giochi_tricolore_medalsUn evento internazionale come i Giochi del Tricolore ha radici profonde e radicate che possiamo far risalire simbolicamente al 7 gennaio del 1797, giorno in cui fu “ideata” la nostra bandiera tricolore bianca, rossa e verde. Da quel momento, ben 212 anni fa, molto è cambiato ma le tradizioni, un certo tipo di cultura e determinati valori, reggiani e non, sono rimasti gli stessi. Dal 21 al 26 agosto l’opportunità è valida per rispolverare e mettere in luce l’immagine di Reggio Emilia e dell’Italia nel mondo, grazie alla partecipazione di oltre 5000 ragazzi che potranno assaporare tutta la ricchezza del nostro territorio.

Per ricchezza intendiamo competizione, quella sana; lo spirito di gruppo, la passione, l’impegno, il rispetto delle regole, la crescita; ma anche i valori di qualità, accoglienza, solidarietà, sacrificio e coinvolgimento di ben 38 comuni della provincia, da Albinea a Canossa, da Montecchio a Novelllara, da Scandiano a Rubiera, passando per Vezzano, S. Ilario e tanti altri.

Oltre alle gare e ai tornei a squadre, durante i Giochi del Tricolore saranno di scena diverse iniziative: ad esempio Scrivi le tue emozioni, iniziativa online dedicata alle sensazioni degli atleti e, più in generale, dei partecipanti; oppure Eco di Sport, momenti di sensibilizzazione su temi ecologici e di tutela dell’ambiente grazie all’appoggio di associazioni, aziende e operatori del settore agricolo e industriale reggiano; o ancora Obiettivo Tricolore, concorso fotografico suddiviso in tre sezioni (gesto sportivo, valori dello sport, arte e paesaggi reggiani).

E poi ancora Trova un amico nel mondo, una sorta di bacheca web per favorire incontri e scambi culturali fra giovani di tutti i paesi; Suoni e danze, in cui ogni città gemellata avrà la possibilità di mettere in scena gli aspetti più significativi della sua cultura; Diventa cronista per un giorno è, invece, un progetto online realizzato con i quotidiani locali, organizzati per ospitare in redazione alcuni giovani (segnalati precedentemente) che scriveranno un articolo sull’evento per il sito.

L’esposizione permanente di materiali pubblicitari, fotografie, carte geografiche e disegni di ogni delegazione, collocati in diversi spazi del villaggio olimpico e della città, fa parte dell’ultima iniziativa in programma, la Rassegna delle città gemelle. La ricchezza dei Giochi è anche questo: un continuo confrontarsi con i coetanei di oltre 30 paesi nel segno dell’uguaglianza, del rispetto e della lealtà. Il tutto inserito in un contesto reggiano che, nella giornata inaugurale di venerdì 21 agosto, renderà omaggio alle città che dettero vita al primo tricolore. Una fiaccola compierà un itinerario attraverso Ferrara, Bologna, Modena per giungere a Reggio Emilia per il cerimoniale di apertura dei Giochi.