Festa alla rinnovata pista di ciclismo “Cimurri”. Ipotesi di sviluppo sportivo dell’area circostante

17 settembre 2015 Commenta

INAUGURAZIONE PISTA DI AVVIAMENTO AL CICLISMO GIANNETTO CIMURRI
C’erano tutti per sottolineare, con una cerimonia, la riqualificata pista di avviamento al ciclismo “Giannetto Cimurri”: il sindaco Luca Vecchi e i presidenti Milena Bertolini della Fondazione per lo sport, Valentino Iotti della Cooperatori, Gianluca Santini del Settore nazionale amatoriale, oltre a Domenico Savino, direttore della Fondazione per lo sport. Fra i presenti, Raffaella Cimurri, figlia di Giannetto, una delle personalità più importanti del Ciclismo italiano, a cui è intitolata la pista di via Marro, 2.

INAUGURAZIONE PISTA DI AVVIAMENTO AL CICLISMO GIANNETTO CIMURRI GRUPPO CICLISTICO DISABILI APRE OLMEDO

Non mancavano nemmeno amici e appassionati della due ruote e soprattutto la squadra giovanile dell’Asd Cooperatori e una squadra di handbike che, a cerimonia terminata, hanno percorso il chilometro della pista che ora è più larga di sei metri e completamente riasfaltata.

 

Le dichiarazioni
“La qualità impiantistica invita alla pratica sportiva, migliora lo sport e dà a tutti, in particolare ai ragazzi, maggiori opportunità di crescere come persone, oltre che come sportivi – ha detto il sindaco Luca Vecchi – In ciò sta il senso dell’investimento che la Fondazione per lo Sport del Comune ha compiuto per questo, come per altri impianti dedicati alle attività ‘di base’. L’operazione è il risultato di una città che funziona, è merito cioè della comunità nel suo insieme, istituzioni e cittadini, che insieme si prendono cura della Cosa pubblica: in questo caso, accanto a Comune e Fondazione, l’Asd Cooperatori che gestisce l’impianto”. “La Pista – ha aggiunto il sindaco – si trova nell’area del Campovolo, che di recente è stata data in concessione al Comune per 20 anni, rinnovabili per altri 20. Un arco temporale che ci permette di ragionare su una pianificazione adeguata dell’uso dell’area, che ha vocazioni consolidate per l’ambiente: è qui accanto al Bosco urbano dedicato a Enrico Berlinguer, a un’area per il tempo libero, la musica, e anche per lo sport, vocazione quest’ultima che non escludiamo di sviluppare ulteriormente”.
INAUGURAZIONE PISTA DI AVVIAMENTO AL CICLISMO GIANNETTO CIMURRI SINDACO LUCA VECCHI IN BICICLETTA

“Come Fondazione per lo sport – ha sottolineato Milena Bertolini – nella scelta degli investimenti 2014, abbiamo dato priorità a questo impianto, perché è importante per la città. L’istituzione che rappresento è una Fondazione di partecipazione, quindi abbiamo condiviso con la Coopertori gli obiettivi che volevamo darci. Pensiamo a questo luogo come struttura polifunzionale. E’ sì pista per il ciclismo e l’handbike, ma riteniamo che possa accogliere anche altri progetti. Ci piace l’idea che le zone dedicate allo sport siano sempre piene di bambini e di adulti. Il potenziamento di questo impianto sarà anche in funzione della visione che si vorrà avere sull’uso complessivo di tutta quest’area”.
Per Valentino Iotti, investimenti e accurato lavoro di gestione sono il binomio indispensabile per fare funzionare bene una struttura. Così, accanto al finanziamento della Fondazione per lo sport, finalizzato a riqualificare la pista di ciclismo “Giannetto Cimurri”, è necessario l’attento lavoro volontario degli aderenti all’Asd Cooperatori per potere proporzionare alla città l’impianto sportivo. Iotti si è altresì soffermato sui progetti della Cooperatori che vuole offrire più spazi qualificati per l’educazione dei bambini attraverso lo sport.

Le opere di riqualificazione
I lavori alla riqualificata e potenziata pista di via Marro – accreditata come impianto di avviamento al ciclismo a livello nazionale – hanno introdotto miglioramenti del tracciato e di altre attrezzature al servizio del centro sportivo: la pista è stata asfaltata a nuovo e allargata di sei metri lungo tutto il suo chilometro di tracciato; sono inoltre state predisposte le canale per la posa dell’impianto di pubblica illuminazione e di un eventuale impianto elettronico di rilevazione cronometrica.
L’importo complessivo dei lavori, finanziati integralmente dalla Fondazione per lo Sport del Comune di Reggio Emilia, è di oltre 125.000 euro.